venerdì 30 novembre 2012

Evento - 10 dicembre 2012 - Le regole dei giornalisti

Università degli Studi di Catania
Dipartimento di Scienze Politiche e Sociali

Le regole dei giornalisti
Il professore Giuseppe Barone, ordinario di Diritto pubblico, il giornalista Nino Milazzo e il giudice Bruno Di Marco, presidente del Tribunale di Catania, discuteranno - lunedì 10 dicembre 2012, ore 17,00, nell’Aula Magna del Dipartimento di Scienze Politiche e Sociali di via Vittorio Emanuele 49 – il saggio edito da «Il Mulino» 2012

Le regole dei giornalisti
di C. Malavenda, C. Melzi d’Eril e G. E. Vigevani.

Dopo i saluti del prof. Giuseppe Vecchio, direttore del  Dipartimento, il tema sarà introdotto dal prof. Tino Vittorio, docente di Storia Contemporanea.
 

C. MALAVENDA, C. MELZI D'ERIL, G.E. VIGEVANI
Le regole dei giornalisti
Istruzioni per un mestiere pericoloso

Copertina 

Collana "Contemporanea"

pp. 184
ISBN: 978-88-15-24058-3
anno di pubblicazione 2012

sabato 17 novembre 2012

Chiarezza, omogeneita' e retroattivita' della legge: alcune riflessioni su forma di stato e fonti del diritto di Attilio Toscano



Chiarezza, omogeneita' e retroattivita' della legge: alcune riflessioni su forma di stato e fonti del diritto




59377.gif?h=181&bgcolor=f2f2f2&w=123 
Autore TOSCANO ATTILIO
Anno di edizione 2012
Pagine 90
ISBN 9788814169267
Lo studio affronta fondamentalmente tre questioni e cioè: se esista o meno, al livello costituzionale, un principio o una norma che obblighi il legislatore ad abrogare, modificare o integrare solo «espressamente» una disciplina già contenuta in un codice o in un testo unico o comunque in un corpus normativo organico; se sussista l'obbligo per il legislatore di esercitare la funzione legislativa in modo tale da produrre leggi «chiare», «semplici» e soprattutto «omogenee» per quanto attiene alle materie regolate; se esista il divieto per il legislatore di produrre norme con efficacia retroattiva anche al di fuori dell'ambito penale. Una corretta valorizzazione di principi costituzionali, unanimemente affermati e riconosciuti da dottrina e giurisprudenza, avrebbe consentito di porre, già da tempo, poderosi argini alla mai dismessa tendenza del potere politico di agire con irrazionalità ed arbitrio nella disciplina dei rapporti sociali. L'incapacità del legislatore repubblicano di vestire i panni del revisore costituzionale e la timidezza della giurisprudenza costituzionale hanno, invece, impedito di porre termine all'incertezza che ha caratterizzato il dibattito sulle tematiche oggetto del presente lavoro e di adeguare il dettato costituzionale alle esigenze di una moderna forma di Stato autenticamente liberale e democratica.

lunedì 9 luglio 2012

domenica 8 aprile 2012

Il processo amministrativo di Nino Corsaro

Il processo amministrativo

Percorsi giurisprudenziali. Aggiornato al D.Lgs. 15 novembre 2011, n.195
57577.gif?h=181&bgcolor=f2f2f2&w=123
Autore CORSARO ANTONINO 
Collana SCENARI 2 ( PERCORSI GIURISPRUDENZIALI ) 
Anno di edizione 2012 
Pagine XXIV - 656 
ISBN 9788814151101

Leggi fondamentali del diritto pubblico e costituzionale

Leggi fondamentali del diritto pubblico e costituzionale

Trentacinquesima edizione aggiornata ad agosto 2011
 
55827.gif?h=181&bgcolor=f2f2f2&w=123
A cura di BASSANI MARIO BOTTINO GABRIELE DELLA TORRE MASSIMILIANO ITALIA VITTORIO RUGGERI GIANGIACOMO ZUCCHETTI ALBERTO 
Collana I BLU GIUFFRE' 
Anno di edizione 2011 
Paginem XIV - 808 
ISBN 9788814160820

Diritto Costituzionale di Temistocle Martines

Diritto costituzionale

Edizione per i corsi universitari di base
55486.gif?h=181&bgcolor=f2f2f2&w=123
Anno di edizione 2011 
Pagine XV - 494
ISBN 9788814156526

Diritti fondamentali del prof. Giuseppe Barone

Diritti fondamentali


Collana: Diritto e Società
Data di pubblicazione: 2008
Numero di pagine: 456
ISBN: 978-88-7796-453-3

Abstract 
I diritti fondamentali non presidiano più solo gli interessi più importanti dell’uomo, ma la sua vita di tutti i giorni, con lo scopo di renderla serena ed accettabile, se non felice. Assistiamo alla loro continua espansione, assecondata e stimolata dall’opera dei giudici, espansione però che talvolta sembra debordare nella richiesta di protezione per esigenze di modesto rilievo se non a limite dell’illecito.
Il libro di Giuseppe Barone analizza i profili giuridici di questo nuovo corso dei diritti fondamentali, con uno stile chiaro e persuasivo, svelando al lettore, con ricchezza di notizie, il panorama delle battaglie che si svolgono ogni giorno per difendere i diritti dalle aggressioni del Potere e dalla prepotenza degli stessi individui, come avviene nel caso di blocchi stradali e ferroviari.
Il danno esistenziale, al centro di un intricato dibattito della dottrina e della giurisprudenza, è considerato dall’Autore il nuovo catalizzatore dei rimedi e della tutela contro le “sofferenze”, addebitabili alla lesione dei diritti fondamentali. La qualificazione “esistenziale” è fin troppo eloquente e conferma il nesso inscindibile tra diritti umani e qualità dell’esistenza.
In appendice al volume il lettore troverà un’interessante raccolta delle più importanti Corti di tutela dei diritti fondamentali.